Il gatto con gli stivali

spettacolo con attori e pupazzi
con Anna Chiara Castellano Visaggi, Giacomo Dimase, Chiara Bitetti
scene Anna Chiara Castellano Visaggi e Giulia Mininni
burattini, pupazzi e oggetti di scena Lucrezia Tritone
regia Paolo Comentale

Un giovane mugnaio generoso e un gatto geniale: questa la coppia scenica che anima le vicende dello spettacolo. Uno spettacolo ironico e divertente in cui personaggi strampalati, illuminati da luci di ribalta si muovono in scena con passi briosi e ritmi scoppiettanti. In un'allegra sarabanda di pupazzi di varie dimensioni, con tecniche di animazione nuove e spesso sorprendenti, si dipana il filo della storia conosciutissimo dal pubblico di ogni età. Ispirato alla fiaba di Charles Perrault la fiaba tradizionale è lo stimolo per sottolineare l’azione del gatto come un “portatore di buone cose”, un personaggio-animale, perciò con caratteristiche misteriose e magiche, che aiuta un umano in difficoltà. Tutti possiamo identificarci sia nel gatto che nel mugnaio, il gatto si propone come solidale appoggio al giovane che sta affrontando la vita, solo e timoroso: niente paura la vita porta con sé incontri che diventano importanti per il crescere e per la scoperta dei suoi valori

La novità del nostro allestimento consiste nel profondo amore tra il giovane mugnaio e il magico gatto con gli stivali che ci riporta ad un rapporto autentico tra l'uomo e il mondo della natura e degli animali domestici fatto di amicizia, di rispetto e di inedita complicità.