Cenerentola

con Anna Chiara Castellano Visaggi e Giacomo Dimase
burattini e pupazzi Natale Panaro su disegni originali di Emanuele Luzzati
messa in scena Paolo Comentale
ha collaborato all’allestimento Giulia Mininni 

Cosa c'è di meglio di una favola come “Cenerentola” per avvicinare i bambini al magico mondo dell’opera? La celebre favola si affida al genio di Rossini e delle sue musiche trascinanti, emozionanti, attualissime e alle coinvolgenti “teste di Legno” della compagnia Granteatrino.

Il melodramma giocoso è stato scritto da Rossini nel 1817. Ed ecco raccontata la storia della figliastra Cenerentola che vessata dalle perfide sorellastre riesce al fine a coronare il suo sogno d’amore sposando un ricco Principe.

Tutto risaputo? Ebbene la risposta è no!

Rossini riscrive interamente il libretto dell’opera Cenerentola inventando di sana pianta nuovi smaglianti personaggi a partire dal patrigno di Cenerentola il buffo Don Magnifico.

Crea una indimenticabile galleria di personaggi comici e grotteschi, originali come il signor Dandini cameriere del bel principe Don Ramiro, il filosofo maestro del Principe di nome Alidoro e le due celeberrime figliastre Clorinda e Tisbe.

Per rendere appieno la forza scenica dell’opera musicale siamo ricorsi alle figure del maestro Emanuele Luzzati.

Lo scenografo genovese ha disegnato una preziosa galleria di personaggi ai quali ci siamo ispirati nella realizzazione dei burattini, delle scene e dei costumi.