Programmazione

Programmazione

Finalmente la Casa di Pulcinella riaprirà i battenti al pubblico famigliare con l’omaggio a Lele Luzzati. 

Seguirà in autunno la rassegna articolata in autunno, ricca di proposte e produzioni del Granteatrino diverse tra loro, in grado di far riflettere e generare domande ed emozioni sulla vita in tutti i suoi aspetti. Un suggestivo percorso che accompagnerà i bambini e le famiglie in un viaggio di suoni, immagini, parole e figure, con lo scopo semplice ma importantissimo di divertire istruendo. Quella che ci aspetta non sarà una stagione come le altre. In questo periodo tutti ci siamo abituati a muoverci in maniera diversa negli spazi e ad avere nuove attenzioni nei confronti degli altri. Anche a teatro qualcosa è cambiato e cambierà. Le misure con cui abbiamo dovuto fare i conti ci hanno portato a rivedere la struttura della nostra rassegna: a ripensare alle modalità di accesso e di accoglienza a teatro, a selezionare un certo tipo di titoli, a ridurre la capienza delle nostre sale e di conseguenza a scegliere di programmare nuove repliche in nuovi orari, a riflettere su nuove attività e a ripensare le nostre proposte laboratoriali.

Non vogliamo considerare tutte queste novità solo come un limite ma come una possibilità di ripensarci e rinnovarci. Il nostro progetto artistico si snoderà principalmente attorno alle produzione del Granteatrino vecchie e nuove, rilanciando anche il filone stilistico della compagnia che mette in scena spettacoli tratti dalle fiabe classiche e storie tratte da libri di autori e illustratori che il Granteatrino ha incontrato nel suo lungo e ricco percorso artistico.

Il nuovo spettacolo del Granteatrino, in cartellone in autunno, riguarda una favola classica: Il Gatto con gli stivali, che è messo in scena, come è consuetudine del nostro stile, con attori e pupazzi. Il Gatto con gli Stivali è una delle fiabe più diffuse in tutt’Europa. Il suo messaggio chiaro e diretto, dove un semplice Gatto con astuzia e intelligenza affronta e supera le difficoltà della vita garantendo al suo Padrone una esistenza memorabile, è adattissimo ad essere presentato alle giovani generazioni. Paolo Comentale, che ha curato il testo, l’adattamento e la regia, dichiara: “se si affronta la vita con semplicità e intelligenza, volontà ed audacia, grazie anche a un pizzico di fortuna si possono raggiungere ottimi risultati. Come dalla più antica e nobile tradizione favolistica, usare un animale domestico come personaggio principale del racconto serve a esprimere una morale educando il pubblico infantile.”

Tra i titoli della compagnia Granteatrino che saranno presenti in cartellone citiamo alcune tra le storie più conosciute e amate dal nostro pubblico: Pulcinella, I tre porcellini, Cenerentola, Il principe e il povero, Bruno lo zozzo, La natura fantastica.

Un omaggio alla nostra città è la rappresentazione dello spettacolo Il miracolo di San Nicola; i disegni di Emanuele Luzzati illustrano una delle più celebri leggende fiorite in ambiente medioevale su San Nicola, patrono della città di Bari, noto in tutto il mondo.

Si faceva chiamare Giovanni

6-7 ottobre ore 20.30

Teatro Casa di Pulcinella

Si faceva chiamare Giovanni

scritto e diretto e interpretato da Elisabetta Aloia

dal trattatello di Giovanni Bianchi

Inizio evento 06/10/2021 20:30
Termine evento 07/10/2021 20:30
Costo per persona 5 euro