Home La Compagnia

GRANTEATRINO

L'Associazione GRANTEATRINO si è costituita nel 1983 per promuovere il recupero e il rilancio del teatro popolare dei burattini, dei pupi e delle marionette.

Da allora ha proseguito ininterrottamente l’attività di diffusione e sensibilizzazione relativa al teatro di figura, unita ad un’intensa produzione di spettacoli.

Anima artistica della compagnia è Paolo Comentale.

Paolo Comentale ha iniziato giovanissimo la sua esperienza, sia nel teatro di strada sia nell’approfondimento delle tecniche dell’animazione teatrale. Già nel 1976 ha promosso il primo corso per animatori teatrali presso il Centro Universitario Santa Teresa dei Maschi a Bari, lavorando a fianco di artisti quali il musicista Roberto Ottaviano e il regista Giuseppe Tornatore. Laureatosi nell’81 con lode in Lettere Moderne, con una tesi in Storia del Teatro e dello Spettacolo, ha fondato nell’83 la compagnia Granteatrino indirizzando da subito la ricerca artistica sulla figura di Pulcinella, vero simbolo del teatro italiano nel mondo, ha ricevuto numerosi riconoscimenti, fra gli altri la Sirena d'oro dal Festival internazionale di Cervia.

Fondamentale nel percorso artistico e creativo della compagnia è l’incontro, avvenuto nell’84, con il grande scenografo Emanuele Luzzati cui il Granteatrino si è legato in un rapporto fondato sul comune amore per Pulcinella nel suo appassionato abbraccio con il mondo infantile. Luzzati ha disegnato il logo della compagnia - un Pulcinella stilizzato che, in omaggio alla Puglia, è accanto ad un piccolo trullo.

Inoltre, il maestro genovese ha firmato i bozzetti delle scene di molti spettacoli nonché dei manifesti.

Gli spettacoli prodotti sono stati rappresentati in tutta Italia nell’ambito di Festival e di Rassegne di teatro ragazzi; numerose le tournée internazionali in quasi tutta Europa, in Giappone, Australia, Cuba, America, Africa (Eritrea, Zambia, Kenia).

Dal 1983, anno della sua fondazione, il Granteatrino è stato riconosciuto dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali come impresa di produzione e dal 1988 come Teatro di Figura di Rilevanza nazionale. Anche la Regione Puglia e il Comune di Bari riconoscono il valore della Compagnia assegnandole ogni anno un contributo per le attività. Sempre con il Comune di Bari è stata firmata - dall'anno 1998 - una Convenzione che dà in uso lo spazio adibito a teatro all'interno dell'Arena della Vittoria.

Nel 1988 il Granteatrino ha fondato la Casa di Pulcinella, un teatro stabile di burattini e marionette, dotato di una sala teatrale, nonché di spazi per attività espositive etrullo di laboratorio. Questa casa, gemellata con la Maison de Polichinelle di Saintes in Francia, sottolinea la valenza internazionale del teatro di figura.

La Casa di Pulcinella è luogo di spettacolo e d’incontro, di scambi artistici e generazionali, di formazione e di promozione del pubblico, aperto sia alla produzione di spettacoli che all’ospitalità di qualificate compagnie teatrali. Un luogo capace di unire proposte di formazione, incontri e laboratori per le scuole, percorsi di ricerca drammaturgica, mostre ed installazioni, attività volte al dialogo e al confronto sui grandi temi  della Cultura e dell'Arte.

Intorno alla Casa di Pulcinella si è raccolto un nuovo pubblico, soprattutto di bambini, ragazzi, giovani, ma anche un nucleo artistico di scrittori, musicisti, scenografi che ha trovato nel teatro di figura un interessante terreno di confronto e di ricerca.

In oltre 30 anni di attività il Granteatrino ha raccolto un patrimonio che vanta oggi più di 300 opere tra burattini in legno, in carta pesta, muppets, oggetti di scena, maschere, scenografie imponenti, disegni, illustrazioni originali di artisti vari. Molte delle scenografie realizzate su disegni di Emanuele Luzzati sono esposte in teatro, lo arredano e lo valorizzano, numerosi alberi accolgono gli spettatori nel foyer, vari uccelli che scendono dal soffitto, una coppia di carabinieri “ci fa da guardia”, i bambini, San Nicola, e ovviamente varie sagome di Pulcinella in tante mirabolanti avventure.

Dall’insieme di tutte queste opere è nata una esposizione permanente visitabile gratuitamente. La Casa di Pulcinella è diventata così una vera e propria “casa museo” degna di essere inserita nei percorsi turistici e culturali della Puglia.

Oltre alla produzione e all’organizzazione di spettacoli dal vivo, il Granteatrino promuove e realizza un’intensa attività di formazione sulle tecniche e pratiche del teatro e promuove:

  • corsi di aggiornamento del personale insegnante;
  • laboratori per bambini e ragazzi;
  • corsi di formazione di giovani che desiderano conoscere le tecniche del teatro di figura come strumento d’intervento nel campo dell’animazione sociale e pedagogica
  • corsi di formazione di giovani alla prima esperienza teatrale, finalizzati a fornire una conoscenza di base del mestiere di burattinaio.

Inoltre realizza progetti culturali e sociali rivolti all’infanzia e a soggetti svantaggiati.

Altra iniziativa importante nell’ambito del rapporto con il mondo dei giovani e della scuola è la promozione del libro e della lettura svolta attraverso l’attività di Presìdio del Libro, benemerita associazione nazionale, nata in Puglia e riconosciuta dalla Presidenza della Repubblica e che si occupa di promozione e diffusione della lettura a partire dalle zone svantaggiate del Paese di cui il Granteatrino è socio fondatore.

Come Presidio del libro sono organizzati incontri con autori di rilievo nazionale, spesso in collaborazione con la storica Libreria Laterza di Bari.