Home Stagione Teatrale DOMENICA 10 MARZO ORE 18.00

DOMENICA 10 MARZO ORE 18.00

Pupi di Stac

LA BELLA ADDORMENTATA NEL BOSCO
burattini e scenografie Roberta Socci
musiche da Pëtr Il'ič Čajkovskij
regia Enrico Spinelli

Teatro di burattini
età consigliata 4-8 anni

I buffi servitori non fanno a tempo a presentarsi che arriva il Re raggiante di gioia: è nata finalmente una bambina, si chiama Rosaspina e si dovrà fare una gran festa. Il Cameriere Berto si mette al lavoro, ma c’è un problema: le fate da invitare sono 13 e il servito bello è da 12. Si decide di non chiamare la più vecchia che da tempo non si vede, forse è già morta e incantata.  La Regina col Re e la neonata assistono compiaciuti alla sfilza di strani regali che le fate ad una ad una porgono alla piccola. All’improvviso piomba al castello la fata più anziana: è viva e vegeta ed è infuriata. Il suo regalo è una profezia: a vent’anni la ragazza si pungerà con un fuso e ne morrà. L’ultima fata buona fa in tempo a mitigare il destino di Rosaspina, non morrà ma dormirà 100 anni e potrà svegliarsi con un bacio d’amore.  Il Re fa bruciare tutti gli arnesi da filatura e tessitura, ma nell’ultima stanza del castello una vecchia tessitrice ha ancora un fuso. Passano 20 anni e la giovinetta non può evitare di pungersi e cadere addormentata assieme a tutti gli abitanti del palazzo. La fata/strega allora ricopre il maniero di piante e spine; mette a guardia della camera della ragazza un tremendo serpente e ne nasconde la chiave. Un principe, cent’anni dopo, è incuriosito dallo strano aspetto del castello, vi penetra e riesce ad ammansire il serpente con l’aiuto del pubblico. Incoraggiato poi dai bambini bacia la ragazza e la fa risvegliare. La strega non si dà per vinta e ci vuole una bella bastonatura da parte di Berto per farla fuggire per sempre e lasciare spazio al gran finale.